Ma che musica maestro! Intervista al filosofo del pop sui festival italiani, pensando a Sanremo 2016

Lezione-concerto-C.Sottocornola-sanremo2016

Il 66° Festival di Sanremo incombe e invade i palinsesti, entra nelle nostre case con i suoi big e le sue nuove proposte, con i grandi ospiti (leggi Elton John e i Pooh, Ramazzotti, Elisa e la Pausini), con il suo gossip e l’appeal di Madalina Ghenea, Virginia Raffaele e Gabriel Garko, Carlo Conti a condurre i giochi. Al di là della sua progressiva trasformazione in un grande contenitore televisivo, il Festival costituisce una delle poche vetrine della musica leggera italiana rimaste. In questa intervista diffusa nel web, il “filosofo del pop” Claudio Sottocornola,  ci guida in una rapida ma rigorosa indagine nella storia dei Festival italiani, dal Cantagiro al Festivalbar, da “Un Disco per l’estate” a “Canzonissima”, dal Festival di Napoli   a Castrocaro, sempre con un occhio a Sanremo 2016.

Il filosofo del Pop: intervista a Claudio Sottocornola sulla storia dei festival italiani
Caffènews
Ma che musica maestro! – Intervista al filosofo del pop Claudio Sottocornola sulla storia dei Festival italiani pensando a Sanremo 2016-
Suonalancorasam
Intervista al filosofo del pop Claudio Sottocornola sulla storia dei Festival italiani, pensando a Sanremo 2016
Mat2020
Ma che musica maestro! Intervista a Claudio Sottocornola
MediaeSipario

I commenti sono chiusi.