Archivi autore: admin

Luca Cerbarano

Le stagioni e gli anni di un lungo addio alla giovinezza

Introduzione al libro
Il libro, nonostante sia stato pubblicato nel 2008, era pronto dal 1994: infatti contiene poesie che l’autore, Claudio Sottocornola, scrisse fra il 1974, quando aveva 15 anni, ed il 1994, quando ne aveva 35. Infatti il 4 aprile 1994, Lunedì dell’Angelo di quell’anno, l’autore, comprendendo che la giovinezza era terminata, ha preso in mano tutti i suoi scritti e li ha organizzati. (altro…)

Chiara Comerio

Poesie per trattenere l’intensità
“Giovinezza…addio” è un diario scritto in versi dal professore-filosofo Claudio Sottocornola. Le quasi 400 pagine dell’opera riportano poesie composte dall’autore tra i 15 e i 35 anni, precisamente dal 1974 al 1994, e tracciano, come da lui stesso definito,il suo ”percorso di formazione”, dalla prima giovinezza fino alla maturità. (altro…)

Davide Cucchi

Crescere: un prosimetron per raccontarlo
Durante questa estate ho letto il libro del professor Claudio Sottocornola, intitolato “Giovinezza…Addio. (altro…)

Sandro Fiorita Caputo

Giovani emozioni tra città, musica e viaggio
“Giovinezza… Addio” è una raccolta di poesie dallo stampo autobiografico, che narra della maturazione dell’autore dalla sua giovinezza fino alla sua età adulta, in un contesto che varia tra gli anni ’70 delle prime poesie fino al 1994, anno in cui sono state riordinate e selezionate per prendere corpo in questo libro, che attraverso visioni, a volte anche surreali e fantastiche, riesce a far scaturire nel lettore emozioni profonde. (altro…)

Simone Fontanesi

Pensieri sparsi tra sogno e realtà
Il libro “Giovinezza… addio” è costituito da una raccolta di poesie che l’autore, Claudio Sottocornola, scrive tra il 1974 ed il 1994, dall’età di quindici anni fino a trentacinque: l’età in cui da adolescenti ci si trasforma in uomini, le idee cambiano in continuazione e, giorno dopo giorno, si vive un mutamento interiore ed esteriore. (altro…)

Alberto Gabbiadini

La storia di un uomo che vive la storia
Con il suo nuovo volume, “Giovinezza…Addio”. Diario di fine ‘900 in versi”, l’artista bergamasco Claudio Sottocornola ci racconta i trent’anni della sua giovinezza permettendoci di ripercorrere, attraverso i delicati versi delle poesie, anche gli ultimi decenni di storia del nostro paese. (altro…)

Roberto Gualdi

Il messaggio nella bottiglia che raccoglierò
Sulla fine dell’anno scorso, quando il professor Claudio Sottocornola, poco tempo dopo la pubblicazione del suo libro di poesie, decise di regalarne una copia a ciascuno dei due studenti che fossero stati estratti, il caso volle che io fossi uno di quelli. (altro…)

Fabio Guerrieri

Un itinerario come specchio “per me”
Giovinezza… Addio, Diario di fine ‘900 in versi è una raccolta di poesie composte dalla metà degli anni ’70 (1974) a quella degli anni ’90 (1994), tra i 15 ed i 35 anni. (altro…)

Margherita Peri

Poesie di un uomo, storia di una generazione
“Giovinezza… Addio” di Claudio Sottocornola è un diario in versi, quasi un “romanzo di formazione”. Vi sono due parti principali: la prima autobiografica, in cui l’autore ripercorre la propria vita e ciò che lo ha portato a scrivere, e la seconda, una raccolta di poesie. (altro…)

Beatrice Purita

L’inciampo di uno Charlot sul sentiero della vita
Improvvisarsi critici letterari non è facile. Specialmente se si tratta di poesia. Se poi quella poesia ha il volto del mio professore di storia e filosofia, ogni parola detta può diventare ruga, cicatrice , può mistificare ed occultare. (altro…)

Alessandro Sala

Un percorso iniziatico nel museo della vita
Man mano che procedevo nella lettura di “Giovinezza… addio, diario di fine ‘900 in versi”, scritto dal docente di storia e filosofia Claudio Sottocornola, mi sono trovato immerso in un percorso del tutto nuovo per me. (altro…)

Enrico Terzi

Giovinezza e poesia alla fine di un millennio
“Il Lunedì di Pasqua di quello stesso anno decisi di selezionarle, le mie poesie, ma soprattutto di rintracciarne il possibile corso, la direzione, i cambiamenti, gli snodi e le variazioni, i superamenti … (altro…)

Alessandro Termini

Tutto è grazia… O poesia?
Senza dubbio la lettura di “Giovinezza ….Addio” ci consente di definire l’autore, Claudio Sottocornola, una figura poliedrica. Possiamo dire che questa raccolta di poesie, composta tra i 15 e i 35 anni, è una fotografia della sua personalità, della sua statura artistica: il senso della cultura, dell’arte, della musica, della spiritualità sono il motore scatenante i suoi pensieri. (altro…)

Francesco Zadra

Fra utopie e grandi marche, la fine del ‘900
‘‘Giovinezza… Addio’’ è una raccolta di poesie scritte da Claudio Sottocornola tra il 1974 e il 1994. Esse sono state ordinate e classificate il lunedì di Pasqua del 1994, quando, come dice lo stesso autore, si era reso conto di essere ormai uscito dalla giovinezza e aveva deciso di ‘‘farne qualcosa’’. (altro…)

Alice Zucclini

Il segreto della giovinezza? Una vita che cerca…
Come sfogliare un album di fotografie…”: è così che Luca Catò inizia la sua presentazione del libro “GIOVINEZZA…ADDIO. Diario di fine ‘900 in versi” di Claudio Sottocornola, volendo sottolineare la sensazione che questa raccolta di poesie comunica. (altro…)

Luca Marchetti

Testimonianze del tempo, per chi c’era e per chi non c’era
È difficile definire il libro del professor Claudio Sottocornola senza ricadere in eccessive semplificazioni. Infatti presenta vari aspetti diversi tra loro che insieme rendono quest’opera originale. Il titolo “ Giovinezza… addio. Diario di fine ‘900in versi ” la definisce un diario in versi. (altro…)

Federica Sallorenzo

Gocce di memoria
…“Sono gocce di memoria queste lacrime nuove siamo anime in una storia incancellabile” …
Queste parole dell’omonima canzone di Giorgia tornano a risonare nella mia mente leggendo la raccolta di poesie “Giovinezza…Addio”, il diario scritto dal poeta-filosofo Claudio Sottocornola, vero e proprio simbolo della fine di un secolo travagliato,di un millennio ricco di innovazione, di un’era eclettica e multiforme, nonché di una tappa fondamentale della vita: la giovinezza. (altro…)

Matteo De Feudis

Crescere fra sguardi, ricerche, città e musica…
Giovinezza…Addio
Ha 35 anni Claudio Sottocornola quando decide di scrivere il libro in memoria della sua giovinezza, come testimonia il titolo. Nel “romanzo di formazione” si trovano poesie risalenti all’adolescenza dell’autore, quando era ancora liceale, in un percorso che giunge fino all’età più adulta, nel periodo compreso tra il 1974 ed il 1994. (altro…)

Arianna Buonpane

Dalle fiabe alla poesia, il sogno della vita…
Claudio Sottocornola nasce il 17 Gennaio 1959 a Bergamo. Frequenta il Liceo Lussana. Durante questi anni di liceo vince una borsa di studio per gli Stati Uniti e prima della maturità ne vince un’altra per un periodo all’università di Madrid nel 1977. (altro…)

Benedetta Castelli

Piccoli assaggi di quotidiano
Giovinezza… Addio è una sorta di “romanzo di formazione” che si delinea e prende corpo grazie alle poesie, che ne costituiscono se non la totalità, una buona parte. (altro…)

Ivan Fontana

Una vita in poesia
“Giovinezza…addio” è un diario di fine ‘900 in versi scritto da Claudio Sottocornola. Potremmo definirlo “prosimetro di formazione” in quanto troviamo due sezioni principali: la prima autobiografica, in cui l’autore ripercorre la propria vita e ciò che lo ha portato a scrivere, e la seconda, una raccolta di poesie. (altro…)

Francesco Moretti

Immagini del divenire
“…e in fondo
questo solo basti a
una vita, alla mia almeno
il dire
io vidi il Bello…” (altro…)

Morgana Pezzotta

Diario di una vita senza riserve…
Durante le appena trascorse vacanze estive ho letto “Giovinezza… addio. Diario di fine ‘900 in versi”, scritto dal mio professore di filosofia Claudio Sottocornola. (altro…)

E come tutte le più belle cose

di Lidia Zitara
E come tutte le più belle cose, vivesti solo un giorno, come le rose…

Il giardino è essenzialmente una struttura. Ma di cosa? Prendete una qualsiasi delle teorie estetiche che parlano di giardini e otterrete la spiegazione che un giardino è un’articolazione nello spazio del nostro rapporto con la natura. (altro…)

A oriente di Eden esisteva un giardino…

di Luca Catò
Ad oriente di Eden esisteva un giardino…
Lì cresceva ogni sorta di albero gradito alla vista. L’uomo viveva in armonia con se stesso e con il resto ed era custodito da una Paterna verità. (altro…)

Il giardino degli sguardi

di Francesca Grispello

La vita è l’universale respiro della natura.

Friedrich Schelling

L’occhio, che si dice finestra dell’anima, è la principale via donde il comune senso può più copiosamente e magnificamente considerare le infinite opere di natura.

Leonardo Da Vinci

(altro…)

Il giardino di mia madre

di Claudio Sottocornola
Ho capito che la mia società – in cui sono nato e cresciuto, in cui vivo – è al suo epilogo, quando mia madre, Angela Belloni ved. Sottocornola, a 76 anni, il 28 febbraio del 2003 – di venerdì mattina presto – è stata colpita da un ictus ed è iniziato l’iter del ricovero d’urgenza: il medico curante irrintracciabile, il 118, l’ambulanza, l’attesa (altro…)

Il giardino di mia madre

di Augusta Dentella
Un giardino e una madre. Una mostra fotografica e un’opera multimediale: un percorso fra immagini, testi e musica per parlare di dono, memoria e bellezza. E’ il linguaggio scelto da un figlio, Claudio Sottocornola, cui accade di essere anche filosofo che parla attraverso la musica, la poesia e l’immagine, per dire il suo “grazie” a una madre, mancata in anni recenti, che ha espresso e incarnato per lui i valori più alti di dedizione, sacrificio, tenerezza e dono. (altro…)

Da un giardino ai paesaggi dell’anima

di Fabio Cuminetti
Sembrerebbe, il giardino, un tema desueto e, figurativamente, atto ad essere rappresentato secondo scontati cliché, ma così non è per “Il giardino di mia madre e altri luoghi”, 250 scatti fotografici in cui il “filosofo del pop”, Claudio Sottocornola, decide di ricordare la madre mancata in anni recenti con un percorso fra i paesaggi dell’anima. (altro…)

Luoghi, non-luoghi e cura

di Claudio Sottocornola
Come scrivevo nel numero precedente, invitando i lettori, ho esposto dal 28 maggio al 13 giugno, nella ex-chiesa di San Sisto in Colognola, Bergamo, 250 scatti fotografici sui luoghi della terra, dal mare alle isole, dal Sud all’America, che avevano come punto di partenza il luogo della “cura” per eccellenza, il giardino, tanto che il titolo scelto per l’intero percorso è stato “Il giardino di mia madre e altri luoghi”. (altro…)

Un giardino per l’Accoglienza delle Classi Terze nella Secondaria Superiore

di Claudio Sottocornola
Mi sono accorto molti anni fa, come docente di Materie Letterarie nei licei, che un metodo efficace per raccogliere adeguate informazioni su attitudini, interesse e motivazioni dei miei alunni poteva essere sottoporli ad una esperienza atipica rispetto al loro vissuto scolastico abituale, che normalmente mi rimandava messaggi univoci, ove emergevano le abilità degli uni (sempre gli stessi) e le difficoltà degli altri (sempre gli stessi). (altro…)

80′s/Eighties (laudes creaturarum ’81)

Una notte in Italia

Questa galleria contiene 4 foto.

Un modo insolito di celebrare i 150 anni dell’unificazione nazionale, rileggendo le più belle canzoni italiane per ricostruire la storia sociale e del costume dal dopoguerra ad oggi: l’esperienza di un professore-interprete e dei suoi studenti.

Altre gallerie | Commenti disabilitati

“Nugae, nugellae, lampi”

RITORNO AL FUTURO PER SOTTOCORNOLA:
VIAGGIO NEL TEMPO ALLA RICERCA DELLE ORIGINI

Che una raccolta di liriche possa seguire un ordine cronologico è cosa assodata, ma che l’autore decida di realizzare tale ordine all’inverso, partendo cioè dall’ultima poesia scritta per arrivare alla prima, è decisamente più insolito. (altro…)

“Giovinezza…addio. Diario di fine ’900 in versi”

Questa galleria contiene 1 foto.

Ordinario di Filosofia, giornalista e interprete vocale, Claudio Sottocornola propone con “Giovinezza…addio. Diario di fine ’900 in versi”, una specie di “romanzo di formazione, che raccoglie poesie scritte tra il 1974 e il 1994, dai 15 ai 35 anni. Un … Continua a leggere

Altre gallerie | Commenti disabilitati

Il giardino di mia madre e altri luoghi

Filosofo del pop.
Conversazione con Claudio Sottocornola

Filosofo del pop.
Conversazione con Claudio Sottocornola
di Doriano Fasoli
Riflessioni.it

A proposito di “Nugae, nugellae, lampi”,
Intervista a Claudio Sottocornola

Intervista a Claudio Sottocornola
di Davide Riccio
kultunderground.org

PhotoGallery